Silence Please! L’eredità di Mark Hollis

Di |2020-12-06T19:44:00+01:0007/03/2019|Categorie: Articoli|Tag: , , , , , , , |

Abbiamo sempre amato i dischi che è meglio sentire in cuffia perché il rumore del mondo esterno potrebbe rovinare il sottile equilibrio tra suono e silenzio su cui sono costruiti. Amiamo la musica che lotta contro il brusio ininterrotto e irrispettoso del mondo per riuscire ad emergere. Sono dischi in cui il suono non vuole annullarsi nell’ambiente circostante, come avviene in certe musiche ambient, ma che lotta piuttosto per non dissolversi in esso e resistere all’urto del mondo esterno. Nel tentare di prevalere per non scomparire, si porge però con gentilezza perché sa che può contare sulla nostra attenzione di ascoltatori.