Non so proprio come sia potuto succedere… E’ stata pubblicata una presunta lettera a mio nome che avrei inviato ad Ambulance Songs. Sono pronto a giurare sulla buonafede degli incolpevoli amici Luca Buonaguidi e Salvatore Setola ma ci tengo a dirlo: sono vittima di un complotto. Non sono io l’autore e non mai apprezzato nè ascoltato QUELLA musica di cui si parla nella lettera.

Perchè allora ho deciso di inserire il link anche qui?
Semplice! Per dimostrare che si tratta di un falso: basterà una sola lettura e sarà tutto chiaro: io non scrivo così male! E poi andiamo… io un Riccardone?! E poi proprio quest’anno che sono riuscito a rivendermi anche l’ultimo disco dei Mezzoforte… Oops… Vabbè, la verità è che ho postato l’articolo per dimostrare come certi peccati di gioventù e alcuni scheletri nell’armadio possano essere utili (spesso più di certe passioni “alte”) a farci fare i conti con quello che siamo stati e che non smetteremo mai di essere.